Consegne a Milano : Arcese è green

Consegne a Milano : Arcese è green

L’azienda di trasporto Arcese per svolgere la distribuzione urbana su Milano ha introdotto i mezzi ecologici a metano per le consegne nelle zone a traffico limitato e nei centri storici di Milano ed il servizio di consegna sarà implementato anche per il centro di  Londra. Una scelta in linea con il continuo impegno aziendale nel perseguire una strategia ‘green’ e che risponde, nello stesso tempo, all’esigenza condivisa con un numero sempre maggiore di clienti che richiedono servizi di logistica e di trasporto ecosostenibili. Consegne a Milano Arcese

Tra questi in particolare quelli del settore lusso e moda i quali, oltre ad elevate prestazioni di servizio in termini di qualità e sicurezza, ricercano partner logistici in grado di offrire soluzioni a basso impatto ambientale per la loro supply chain. Ed è proprio per questo che è nato il progetto pilota che prevede l’impiego di veicoli a metano per la consegna di merci nell’ambito urbano come alternativa ai tradizionali veicoli a combustione interna. In particolare, grazie all’impiego di questo idrocarburo, le emissioni di CO2 vengono ridotte del 5-8% con conseguenti prestazioni che soddisfano e superano i limiti fissati dalla normativa Euro VI.

 

“Insieme allo sviluppo dell’Information Technology e all’implementazione dei sistemi di sicurezza legati al trasporto e gestione delle merci, il tema ambientale è il fronte su cui ci impegnamo maggiormente nella ricerca di soluzioni innovative. A tal proposito, abbiamo scelto l’Iveco Daily Natural Power in quanto mezzo di trasporto efficiente in termini di prestazioni ma soprattutto ecologicamente competente – afferma Matteo Arcese, Presidente del Gruppo Arcese – Il progetto pilota rientra in una serie di iniziative che ci vedono attivi su più fronti nella riduzione dell’impatto derivante dall’esercizio delle nostre attività: dal rinnovo costante della flotta e la formazione degli autisti a principi di guida ecosostenibile, lo sviluppo del trasporto intermodale, fino all’installazione nei nuovi siti di impianti fotovoltaici”

 

 

via: www.arcese.com

Commenti