Magazzino in movimento : Amazon vola

Magazzino in movimento : Amazon vola

Nei piani della società la merce sarà contenuta all’interno di appositi velivoli e consegnata a domicilio da una flotta di droni dispiegati da bordo

Nella strategia per la consegna a domicilio di Amazon non ci sono soltanto i droni del progetto Prime Air, ma anche veri e propri magazzini volanti, che il gruppo di Jeff Bezos potrebbe iniziare a costruire in futuro. La società li chiama centri di esecuzione aerotrasportati, o Afc (da Airborne Fulfillment Center) e li ha descritti in un brevetto depositato nel 2014 negli Stati Uniti ma concesso solo ad aprile di quest’anno e scoperto in questi giorni da un’analista di Cb InMagazzino in movimento : Amazon volasights.

Il documento in questione racconta di un velivolo destinato allo stoccaggio dei prodotti in vendita presso il sito della società e in grado di rimanere in volo sopra i 13mila metri di altitudine. Nel brevetto sono inoltre illustrati i metodi di consegna della merce a domicilio: una serie di droni dedicati alla distribuzione al dettaglio vengono dispiegati dalla fortezza volante con il pacco da recapitare e, una volta portata a termine l’operazione, tornano a un magazzino terrestre per essere rispediti a bordo da una navetta di rifornimento che munisce il magazzino anche di carburante e nuova merce.

che Amazon stesse cercando di trovare una soluzione al problema della distribuzione a domicilio lo sapevamo, ma il progetto presenta più di una incognita. Da una parte, a differenza di un normale magazzino, l’Afc ha l’ovvio vantaggio di muoversi velocemente dove è più richiesto, e potersi avvicinare ai luoghi di consegna finale fa in modo di ridurre l’autonomia necessaria ai droni per i voli di andata e ritorno.

D’altro canto però organizzare in tempo reale e in modo efficiente una serie continua di cambi di rotta del genere si annuncia un incubo di logistica. Amazon lavorerà sui dettagli in tranquillità: dal momento che il brevetto è stato scoperto indipendentemente dalla volontà del gruppo è molto probabile che allo stadio attuale il magazzino non sia neppure stato progettato; prima di vederlo solcare i cieli passerà molto tempo.

 

via: www.wired.it

Commenti